Il Pratomagno-“l’altra montagna”

Le millenarie foreste casentinesi hanno un maesteso dirimpettaio, il Pratomagno. Questa dorsale divide il Casentino dal Valdarno, sfiora i 1600 metri di altitudine ed è dominata dalla grande croce in ferro che svetta sull’orizzonte, allla quale convergono decine di sentieri e itinerari da percorrere a piedi, in mountain bike, a cavallo. Il Pratomagno è in ogni stagione un vero paradiso per escursionisti e appassionato di storia, perchè è il punto più panoramico del Casentino e racconta storie di civiltà contadina, di Resistenza e di eroi. Fra questi il valoroso trasvolatore della prima guerra mondiale australiano Herbert Hinkler, che qui precipitò con il suo aereo durante un tentativo di viaggio dall’Inghilterra all’Australia nel 1933. Ai grandi prati che si trovano sulle sommità si arriva dopo un rigenerante cammino  in foresta, e dopo aver incontrato borghi della tipica architettura rurale toscana, frazioni del Comune di Poppi che sono parte integrante di questa affascinante montagna così ricca di storia e Natura.